Un anno di VitAntica: post meno letti

vita antica, vita primitiva

Non tutti gli articoli di VitAntica hanno riscosso successo. Alcune mie produzioni sono risultate poco attrattive per i lettori a causa di mancanze stilistiche o nei contenuti, o per il semplice fatto che non tutti possono condividere le stesse passioni e interessi.

Riporto qui sotto gli articoli meno letti dagli utenti di VitAntica, nella speranza che alcuni lettori possano trovare interessanti i contenuti passati sotto silenzio.

Muramasa Sengo, creatore di spade maledette
Riuscite a ricordare il nome di un antico costruttore di spade? Ben poche persone sono in grado di farlo considerato che ben pochi spadai sono rimasti celebri per le loro creazioni: uno di questi “eletti” è Sengo Muramasa, fondatore dell’omonima scuola di spadai giapponesi e uno dei più abili fabbri della storia delle armi da taglio.

Wurdi Youang, la Stonehenge australiana
Il sito di Wurdi Youang, Australia, potrebbe essere il primo osservatorio astronomico della storia, precedente a Stonehenge e ad altri complessi di pietra legati all’osservazione della volta celeste.

Il vetro nell’ Antico Egitto
Gli egizi furono i primi a produrre artificialmente il vetro. Durante la tarda Età del Bronzo la produzione del vetro subì un rapido progresso tecnologico testimoniato da artefatti come lingotti colorati o vasi di vetro decorati considerati particolarmente preziosi in tutto il Medio Oriente.

La nascita del microscopio ottico
Allo stesso modo del telescopio, anche la nascita del primo microscopio è legata alla storia delle lenti ottiche. Le prime lenti, chiamate “pietre di lettura”, consentivano di ingrandire gli oggetti osservati fino a 6-10 volte e venivano generalmente utilizzate per l’ingrandimento del testo di un manoscritto o per osservare i dettagli minuti degli insetti.

L’origine della “regola d’oro”
Chi fu a pronunciare questa frase? Molti di noi sono istintivamente portati a rispondere “Gesù”, ma questa affermazione (e la sua forma negativa “Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te“) è in realtà molto più antica dei Vangeli ed è estremamente comune in molte culture e religioni del mondo.

La nascita del telescopio rifrattore e riflettore
La storia del telescopio è strettamente legata a quella delle lenti e delle superfici riflettenti. Oggetti simili a lenti sembrano essere stati realizzati ben 4.000 anni fa (come la lente di Nimrud), ma non è ancora ben chiaro se siano state create per sfruttare le loro proprietà ottiche, come semplici decorazioni o come strumenti per l’accensione del fuoco.

Ascolta l’ antica ocarina precolombiana
L’ ocarina è uno degli strumenti musicali a fiato più antichi della storia: alcuni esemplari cinesi risalirebbero a circa 12.000 anni fa. L’ocarina è stato strumento particolarmente importante per le culture mesoamericane almeno dal 2500 a.C. e sia Maya che Aztechi producevano svariate versioni di ocarine d’argilla, spesso raffiguranti animali sacri e utilizzate in rituali o celebrazioni religiose.

La misteriosa sega a pendolo dell’ Età del Bronzo
Una particolare tecnologia probabilmente esistita circa tre millenni fa sembra aver eluso l’archeologia sperimentale per decadi: la sega a pendolo. In nessuno scavo risalente all’Età del Bronzo è mai stato ritrovato un telaio o una lama facenti parte di questo tipo di attrezzo da taglio.

Barlaam e Iosafat, santi cristiani e il Buddha
La lista di santi della tradizione cristiana contempla alcune figure storiche, altre immaginarie e altre ancora, se reali, dalla moralità quanto meno discutibile. Un personaggio in particolare non appartiene nemmeno alla tradizione cristiana o ebraica: è il caso della storia di Barlaam e Iosafat (latinizzati in Barlamus e Iosaphatus), la cui leggenda sembra essere basata sulla vita del Buddha storico Siddhartha Gautama.

La fame e l’inedia
Durante i periodo storici in cui il cibo era tutt’altro che facilmente reperibile, la fame era una compagna quasi costante nelle vite dei nostri antenati. Non era raro trascorrere giorni interi senza addentare nulla, specialmente quando la stagione non era favorevole alla caccia o alla raccolta, e il rischio di morire d’ inedia era sempre dietro l’angolo.

Le origini dell’ ambra secondo gli antichi
Conosciuta e apprezzata fin dal Neolitico per la sua bellezza e le sue particolari proprietà, l’ ambra è sostanzialmente resina vegetale fossile che nell’arco di millenni ha subito un processo di polimerizzazione resistendo al decadimento naturale che subiscono tutte le sostanze di origine organica.

Ambra grigia, la spezia intestinale del capodoglio
Per quasi un migliaio d’anni l’ ambra grigia è stata in Europa una delle sostanze più ricercate e misteriose: l’origine di questo composto è stata scoperta solo in tempi relativamente recenti e le sue proprietà lo hanno reso un ingrediente estremamente prezioso in ambito cosmetico o medicinale e talvolta anche come spezia per cibo e bevande.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.