Evoluzione dei confini della Repubblica di Venezia

Evoluzione dei confini della Repubblica di Venezia

La Repubblica di Venezia, nota anche come Repubblica di San Marco o semplicemente Serenissima, rappresentò per secoli una delle potenze marittime più imponenti del Mediterraneo. Intorno al XVIII secolo includeva buona parte dell’ Italia nord-orientale e numerose isole dell’Adriatico; al massimo della sua espansione comprendeva anche il Peloponneso, Creta, Cipro e buona parte delle isole greche.

Nel 1321 Francesco Petrarca descriveva così la Repubblica di Venezia in una lettera invia a Bologna:

«quale città unico albergo ai giorni nostri di libertà, di giustizia, di pace, unico rifugio dei buoni e solo porto a cui, sbattute per ogni dove dalla tirannia e dalla guerra, possono riparare a salvezza le navi degli uomini che cercano di condurre tranquilla la vita: città ricca d’oro ma più di nominanza, potente di forze ma più di virtù, sopra saldi marmi fondata ma sopra più solide basi di civile concordia ferma ed immobile e, meglio che dal mare ond’è cinta, dalla prudente sapienza de’ figli suoi munita e fatta sicura.»

Il video qui sotto mostra l’evoluzione dei confini della Serenissima a partire dall’elezione del primo doge Paoluccio Anafesto nel 697 fino all’anno 1797, momento in cui le truppe di Napoleone Bonaparte costrinsero alla resa la Repubblica di Venezia.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

  • 9
  •   
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.