Accendere il fuoco con il “rotolo di Rüdiger”

Accendere il fuoco con il "rotolo di Rüdiger"

Di metodi per accendere un fuoco utilizzando strumenti primitivi o rudimentali ne sono stati inventati molti: trapano a mano, ad archetto, acciarino e pietre focaie sono solo alcuni sistemi utilizzati oggi come in passato per ottenere una brace.

Esiste tuttavia un metodo ancora poco conosciuto che sfrutta la frizione e la combustibilità di materiali comuni, come cotone o sterpaglie, utilizzato almeno da un secolo e popolarizzato da Rüdiger Nehberg: il rotolo di fuoco, chiamato anche “rotolo di Rüdiger”.

Il rotolo di fuoco è un sistema a frizione che sfrutta lo sfregamento di un piccolo “sigaro” composto da materiale combustibile. Popolarizzato da Rüdiger Nehberg, esperto di sopravvivenza tedesco, fu utilizzato dai prigionieri di guerra della Seconda Guerra Mondiale per accendere fuochi e sigarette, ma pare che la sua origine sia ben più antica.

Ai prigionieri di guerra non erano concesso di possedere molti oggetti personali: in alcuni campi di prigionia, possedere un accendino era considerato un lusso e le sigarette venivano impiegate come moneta di scambio tra i detenuti per procurarsi i pochi oggetti che si riuscivano a contrabbandare.

Il rotolo di fuoco utilizzato dai prigionieri di guerra basava il suo funzionamento sulla frizione tra cenere e cotone. Dopo aver ottenuto una certa quantità di fibre di cotone (ad esempio, dai vestiti che indossavano i detenuti), queste venivano arrotolate per formare un cilindro compatto.

Tra le fibre e attorno al sigaro di cotone veniva sparsa cenere di legno, farina o sabbia, per aumentare la frizione interna ed esterna del rotolo.

A questo punto, i rotolo veniva inserito tra due assi di legno o due pietre piatte e veniva fatto rotolare avanti e indietro, aumentando progressivamente la pressione e la velocità di rotazione. Questo movimento generava sempre più calore grazie alla frizione tra sigaro, legno e cenere.

Non appena si generava una piccola colonna di fumo, il rotolo veniva estratto dalle assi di legno e aperto gentilmente nel mezzo, in corrispondenza del punto più scuro del cilindro, per esporre una piccola brace all’ossigeno atmosferico.

La brace veniva quindi alimentata inserendola in un’esca (leggi questo post per i materiali ideali per un’esca per il fuoco), con un procedimento del tutti identico a quello utilizzato per qualunque altra brace generata con i tradizionali metodi di accensione.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Su YouTube sono disponibili innumerevoli video che dimostrano come il rotolo di fuoco possa essere un valido metodo per ottenere una brace. I materiali utilizzabili per costruire il cilindro che genererà la brace possono essere molteplici: cotone naturale, fibre vegetali come erba, steli secchi di ortica e dandelio o strisce sottili di corteccia funzioneranno egregiamente.

Per aumentare la frizione e accelerare l’accensione del rotolo si possono utilizzare cenere, ruggine, farina e caffè. Il rotolo si accende dall’interno, ed è quindi necessario inserire l’accelerante tra le fibre che compongono il sigaro.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Come per ogni sistema di creazione del fuoco, è necessario rispettare certe linee guida per aumentare le probabilità di successo:

  •  Utilizzare fibre secche ma che siano in grado di mantenersi integre durante lo sfregamento del rotolo;
  • Il rotolo deve essere il più compatto possibile;
  • Usare acceleranti sottili, per facilitare il rotolamento ed evitare di danneggiare eccessivamente il sigaro;
  • Tenere nelle immediate vicinanze un’esca già pronta, per limitare la possibilità di far spegnere la delicata brace prodotta tramite questo metodo.

Se tutte le condizioni di base vengono rispettate, il rotolo di Rüdiger si è dimostrato capace di accendere una brace in tempi relativamente ridotti e con un dispendio di energie inferiore rispetto ai sistemi tradizionali.

Fire Roll

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.