Musica medievale: De consolatione philosophiae di Boezio

Musica medievale: De consolatione philosophiae

L’opera di ricostruzione delle antiche musiche medievali non è semplice, specialmente se si cerca di interpretare elementi poco familiari per il musicista moderno. Alcune poemi venivano recitati accompagnati da musica, tuttavia non abbiamo veri e propri spartiti ma solo una sequenza di annotazioni musicali in latino, spesso difficili da interpretare correttamente.

Sam Barrett della University of Cambridge ha dedicato la sua ricerca alla ricostruzione di antiche composizioni musicali cercando di mantenersi il più fedele possibile agli originali. Anche se le sue ricostruzioni rimangono comunque ipotetiche, dalla sua collaborazione con i musicisti di Sequentia, esperti di musica medievale, sono emerse interessantissime ricostruzioni delle canzoni contenute nel De consolatione philosophiae di Severino Boezio, opera composta tra il 523 e il 525 d.C.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Rinchiuso in prigione a Pavia, Boezio compose un’opera che diventò uno dei testi più letti in assoluto nel Medioevo. Il De consolatione philosophiae ritrae la sua lotta di riconciliazione con il fato esplorando l’animo umano, il ruolo della Fortuna, e l’influenza del libero arbitrio nelle vicende umane.

Abbiamo documenti che testimoniano che i poemi del De consolatione philosophiae venivano cantati durante il Medievo: una serie di annotazioni musicali sulle oltre 30 copie esistenti dell’opera documentano che, tra il IX e il XII secolo, le composizioni di Boezio venivano recitate con un accompagnamento musicale.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Benjamin Bagby, direttore di Sequentia, discute la sua performance nella ricostruzione del De consolatione philosophiae ed esegue con Hanna Marti, sua collaboratrice, un brano chiamato Si quantas rapidis, estratto dal Libro 2 dell’opera di Boezio.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Hanna Marti, membro di Sequentia, discute la sua performance ed esegue un altro brano tratto dal Libro 1 del De consolatione philosophiae di Boezio, il Quisquis composito.

Restoring Lost Songs: Boethius’ Consolation of Philosophy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.