Tracce e impronte degli animali: impronte di uccelli

Anche se moltissime specie di uccelli spendono buona parte della loro vita in volo o a qualche metro dal suolo, le impronte di uccelli sono abbastanza comuni, specialmente nelle zone in cui trovano cibo in abbondanza.
Gli uccelli tendono a muoversi sul terreno secondo varie modalità: camminando, correndo o procedendo a balzi, e il terreno su cui rimangono impresse le loro orme può aiutarci a circoscrivere le specie che le hanno prodotte.

Le tracce di uccelli possono essere classificate genericamente in questo modo:

  • Anisodattili: moltissimi uccelli (praticamente tutti quelli canori) hanno le zampe dotate di tre dita in avanti e una all’indietro, come aironi, colombe, piccioni, falchi e avvoltoi. Talvolta il 4 dito posteriore è poco visibile o assente, come nei tacchini e nelle quaglie;
  • Palmati: le zampe palmate generalmente mancano del dito posteriore e sono incurvate verso l’interno, mostrando sulle impronte la membrana che le connette. Sono tipiche di anatre, oche e gabbiani;
  • Totipalmati: hanno le 4 dita in avanti unite da membrana. Tipiche di pellicani e cormorani;
  • Zigodattili: hanno due dita in avanti e due che puntano indietro, come i picchi, i gufi e i pappagalli.

impronte uccelli

orme uccelli

impronte uccelli

 
Parte 1: Piste, tane e segni di alimentazione
Parte 2: Fatte e borre
Parte 3: Impronte di mammiferi
Parte 4: Impronte di uccelli

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.